Automedicazione

Le 10 regole per una corretta automedicazione: 

  1. L’automedicazione va fatta esclusivamente con medicinali acquistabili senza ricetta medica, identificabili da questo bollino riportato sulla confezione, mentre non si devono assumere di propria iniziativa medicinali acquistabili solamente con ricetta medica;
  2. Quando si assume un medicinale di automedicazione è importante seguire con attenzione le istruzioni di impiego contenute nel foglietto illustrativo. Se si hanno dubbi e non si comprende esattamente il significato di alcuni termini, rivolgersi al medico o al farmacista;
  3. quando si chiede al farmacista un medicinale di automedicazione è bene segnalare se si stanno assumendo altri farmaci o se si soffre di particolari allergie o malattie croniche (es. asma, diabete, ecc…). Il vostro farmacista saprà consigliarvi per evitare le interazioni negative tra i diversi farmaci assunti;
  4. L’automedicazione deve sempre essere limitata nel tempo. Se un piccolo disturbo non si risolve nel giro di alcuni giorni con l’assunzione di un medicinale di automedicazione, è necessario consultare i proprio medico. Un’eccezione è rappresentata dai medicinali per smettere di fumare che vanno presi per diverse settimane in modo continuativo;
  5. In genere i farmaci di automedicazione sono sicuri se impiegati in modo appropriato. Essendo comunque dei farmaci possono provocare effetti indesiderati in persone particolarmente sensibili o se utilizzati in modo scorretto (dosi eccessive, vie di somministrazione improprie, assunzione per prolungati periodi di tempo);
  6. Un medicinale di automedicazione può essere somministrato ai bambini, senza consiglio del medico, solo se è espressamente indicato nel foglietto illustrativo;
  7. Tutti i farmaci, anche quelli di automedicazione, durante la gravidanza vanno utilizzati solo se i benefici superano i possibili rischi per il feto e, in generale, solo su consiglio del medico;
  8. Tenere i farmaci in luogo non accessibile ai bambini e non utilizzarli dopo la data di scadenza;
  9. Non assumere farmaci di automedicazione su consiglio di persone non qualificate: ogni cura va adattata alle esigenze di ogni singolo individuo;
  10. Corrette abitudini di vita aiutano a ridurre il ricorso ai farmaci. E’ importante, ad esempio, non fumare, praticare un regolare esercizio fisico, avere un’alimentazione corretta, variata ed equilibrata. Non abusare di bevande alcoliche.